La necropoli rupestre di Pantalica (l’antica Hybla), la più grande in Europa, è il motivo principale per cui vale la pena inoltrarsi tra le difficili curve dei Monti Iblei, ma certo non è l’unico. Il sito preistorico risalente alla tarda Età del Bronzo (XIII-VIII a.C.) si distingue per le sue migliaia di tombe a grotticella che costellano ad alveare le mura del Canyon scavato dal fiume Anapo, corso d’acqua perenne tra i maggiori in Sicilia, e i torrenti Calcinara e Bottigliera.

Il sito archeologico si svolge in uno dei panorami maggiormente marcati dal carsismo e dall’erosione meteorica nel nostro territorio, le rocce calcaree di queste province sono state solcate per oltre trecento metri dal livello degli altipiani, la flora e la fauna all’interno e sui fianchi della Valle dell’Anapo sono senza paragoni. Una moltitudine di sentieri si diramano dai diversi ingressi, da quelli più semplici e in piano che seguono vecchie mulattiere o il tracciato della vecchia ferrovia, ai sentieri più adatti agli appassionati di trekking che potranno offrire una visione più completa di un posto in cui, comunque, una vita non basta… La visita di tipo naturalistico si confonde, in tutti i sentieri proposti, a nozioni di archeologia ed etnoantropologia, storia medioevale e contemporanea, per tutte le età e tutte le culture. Un modo ancora per non dimenticare facilmente la vacanza passata su quest’isola.

Dotarsi di buone scarpe chiuse, giacca a vento, bevande e il costume in estate.

 

1

Ore 7:30

Appuntamento alla 7:30\8:00 del mattino, a seconda della posizione e trasferta con i nostri mezzi verso i paesi di Sortino e Ferla, le porte di Pantalica.
2

Colazione

Dopo un caffè in paese si comincia l’escursione all’interno della “cava” della Riserva e pic-nic sulle rive del fiume Anapo.
3

Visita

Visita del Villaggio bizantino di San Nicolicchio e “il palazzo del principe”, l’anaktoron.
4

Ore 18:30

Rientro previsto.

http://

pantalica-lake-sicily-1_42562_6190
pantalica4
pantalica3
SANYO DIGITAL CAMERA
Ferla